Porti e demanio

In attuazione dell’articolo 1, commi 728-732, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, concernente il Fondo per la rimozione delle navi, delle navi abbandonate e dei relitti, il Decreto definisce le modalità di attribuzione delle risorse (2 milioni di euro per l’anno 2021 e 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023), di notificazione all’eventuale proprietario, di pubblicità dell’avvio delle procedure, di ripartizione dei ricavi realizzati dal vincitore di gara con la vendita, anche dei soli rottami ricavati dalla demolizione, ferme restando le disposizioni dell’articolo 73 del codice della navigazione.
Nell’ambito dell’attribuzione delle predette risorse, si stabiliscono, altresì, le modalità di assegnazione delle quote destinate alla rimozione, alla demolizione e alla vendita, anche solo parziale, di navi e galleggianti, compresi i sommergibili, radiati dalla Marina militare presenti nelle aree portuali militari di Augusta, Taranto e La Spezia.

Riparto della quota attribuita al settore portuale del Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese istituito con Legge 11 dicembre 2016, n. 232, articolo 1, comma 140.

Assegnazione delle risorse alle città portuali per le mancate entrate in conseguenza del calo del traffico crocieristico a seguito dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Approvazione del programma di interventi infrastrutturali in ambito portuale sinergici e complementari al Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

L'articolo 1, comma 666, della Legge 30 dicembre 2020, n. 178, prevede, in considerazione dei danni subiti dall’intero settore dei terminal portuali asserviti allo sbarco e imbarco di persone a causa dell’insorgenza dell’epidemia di COVID-19 e al fine di salvaguardare i livelli occupazionali e la competitività e l’efficienza del settore del trasporto marittimo e del comparto crocieristico dei terminal portuali, l'istituzione presso il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili di un fondo destinato a compensare la riduzione dei ricavi conseguente al decremento di passeggeri sbarcati e imbarcati nel periodo dal 23 febbraio 2020 al 31 dicembre 2020 rispetto alla media dei ricavi registrata nel medesimo periodo del precedente biennio.
Il Decreto, in attuazione del comma 667 del citato articolo 1 della legge n. 178 del 2020, stabilisce i criteri e le modalità per il riconoscimento della compensazione.
 

Aggiornamento delle misure unitarie dei canoni annui relativi alle concessioni demaniali marittime – Anno 2021.

Riferimento circolare n.6 del 11 dicembre 2020

Trasferimento dal pubblico demanio ai beni patrimoniali dello Stato di un'area demaniale marittima nel Comune di Bari, località San Giorgio.

Istituzione della Commissione nazionale per il dibattito pubblico sulle grandi opere infrastrutturali e di architettura di rilevanza sociale di cui all’art. 4, comma 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 maggio 2018, n. 76.

Aggiornamento delle misure unitarie dei canoni annui relativi alle concessioni demaniali marittime – Anno 2021.
(Articolo 4 del decreto-legge 5 ottobre 1993, n. 400)

Aggiornamento delle misure unitarie dei canoni annui relativi alle concessioni demaniali marittime – Anno 2021.