Recovery. De Micheli illustra piano alle parti sociali

Protocollo per accelerazione cantieri anche per le opere del Recovery
lavori galleria

22 gennaio 2021 - L’applicazione anche alle opere del Recovery del protocollo siglato tra il Mit e le organizzazioni sindacali l’11 dicembre scorso per l’accelerazione dei cantieri e l’apertura di tavoli tematici su porti, ferrovie e tpl per gli interventi di riforma di settore.

Sono le due novità che la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha annunciato oggi pomeriggio ai sindacati confederali edili e trasporti, illustrando il Recovery plan. Abbattere le disuguaglianze, questa la visione alla base del piano presentato alle organizzazioni sindacali.

"Vogliamo dare le stesse opportunità a tutti gli italiani, superando le disuguaglianze tra nord e sud, tra aree interne e zone costiere. Ecco perché il Recovery si concentra sulle aeree di maggiori debolezza, anche all'interno delle città grazie al piano di Rinascita urbana.

Completano le risorse del Recovery i 17 miliardi di cantieri avviati e 43,3 miliardi di gare nel 2020. Tutte le opere che hanno progetti esecutivi sono sbloccate. E anche grazie all’accordo con i sindacati confederali dell’11 dicembre ci sono le condizioni per un salto di qualità che garantisca velocità, sicurezza e legalità.

In questa grande sfida per il futuro del nostro paese è fondamentale uno sforzo condiviso di ascolto e impegno con le parti sociali,  gli operatori economici e le forze politiche”.

Data di ultima modifica: 22/01/2021
Data di pubblicazione: 22/01/2021