Coronavirus: tavolo Mit/Protezione Civile con associazioni trasporto e logistica

Linee guida per semplificare logistica e assicurare continuità attività produttive
logistica

4 marzo 2020 - Linee guida univoche e uniformi per semplificare la movimentazione logistica e assicurare, con le dovute garanzie sanitarie, la continuità delle attività produttive.

Sono le istanze emerse oggi al tavolo comune Mit - Protezione Civile, coordinato dal direttore Emergenza della Protezione civile Luigi D’Angelo assieme al capo di gabinetto del MIT e il dipartimento della prevenzione del Ministero della Salute, con una rappresentanza di associazioni della logistica e del trasporto. 

Una sorta di manuale d’uso per evitare comportamenti difformi e assicurare a tutti gli operatori del settore criteri comuni ed omogenei nello svolgimento dell’attività lavorativa.
La richiesta unanime delle associazioni è quella di semplificare le procedure autorizzative e velocizzare i passaggi amministrativi. 

Un metodo di lavoro condiviso che porti a misure organizzative e sanitarie efficaci per gli addetti ai lavori e che allo stesso tempo siano in linea con le scelte di contenimento fin qui adottate dal Governo. 
“Soddisfazione sia per la tempestività con cui si è insediato il tavolo, sia per la concretezza che l’ha caratterizzato” dichiara Giuseppina Della Pepa di Anita.

Un incontro “particolarmente utile per affrontare le criticità che sono emerse nell’applicazione di alcuni disposizioni presenti nei DPCM emanati per l’emergenza coronavirus” ha detto Pasquale Russo di Conftrasporto. “Ottimo avvio dei Tavoli Tecnici proposti dalla Ministra alle Associazioni di Categoria. Dobbiamo giungere a procedure ordinarie standard che diano certezze agli operatori” ha spiegato il direttore generale di Confetra Ivano Russo. Rinnovata “la disponibilità a fornire contributi per affrontare l'emergenza e tutelare la salute delle persone, anche con l’incremento delle risorse disponibili per le Autorità,  e il personale in servizio negli Uffici della Sanità Marittima” da parte dell’associazione dei porti italiani.

Per Confindustria “l’incontro è stato molto positivo. Abbiamo constatato attenzione e disponibilità del MIT e della Protezione Civile e ricevuto rassicurazioni sulla risoluzione dei problemi operativi attuali e futuri, che stanno producendo già ora danni rilevanti alla produzione e ai servizi”. "Apprezziamo la sensibilità della Ministra De Micheli – afferma il Segretario nazionale di Confartigianato Trasporti Sergio Lo Monte – con cui abbiamo discusso le modalità per gestire al meglio la drammatica situazione che si è venuta a creare, anche al di fuori della zona rossa".

Data di ultima modifica: 04/03/2020
Data di pubblicazione: 04/03/2020