Sicurezza in mare

Le azioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per quanto riguarda la sicurezza della navigazione sono espletate dal Corpo delle Capitanerie di Porto, che è responsabile della gestione – amministrativa e funzionale – della sicurezza della navigazione e della sicurezza marittima. Segue lo sviluppo della normativa internazionale, comunitaria e nazionale, ne cura l'applicazione e svolge le funzioni di indirizzo, coordinamento e controllo nei confronti sia del cluster marittimo sia degli Uffici periferici.

Per quanto riguarda la sicurezza della navigazione, l’impegno è duplice:

  • come Amministrazione di bandiera, comporta il controllo, la verifica e il rilascio della documentazione di sicurezza della navigazione del naviglio nazionale mercantile e da pesca
  • come Stato del porto di approdo, comporta un controllo diretto di conformità alle normative internazionali convenzionali nei confronti delle navi di bandiera straniera che approdano nei porti nazionali

L’ambito della sicurezza marittima, invece, coinvolge i sistemi portuali e la gestione delle navi. Si tratta dell’attività che individua misure di natura preventiva per tutelare le navi e i porti contro la minaccia di atti illeciti intenzionali. In questo settore, al Corpo delle Capitanerie di Porto è stata attribuita la funzione di Autorità Nazionale Competente e svolge un ruolo chiave nell'attività di recepimento e attuazione della legislazione europea in materia.

Data di ultima modifica: 30/12/2015
Data di pubblicazione: 22/12/2015