Strade e autostrade

Direttiva del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti concernente l'individuazione del Sistema nazionale di ciclovie turistiche nonché requisiti di pianificazione e standard tecnici di progettazione omogenei in tutto il territorio nazionale che le ciclovie turistiche devono possedere  per essere inserite nel Sistema nazionale di cui all’articolo 1, comma 640, della legge n. 208 del 2015, e i percorsi e itinerari che costituiscono il medesimo Sistema nazionale delle ciclovie turistiche.

Decreto di adozione delle: "Linee guida per la valutazione degli investimenti in opere pubbliche nei settori di competenza del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti", in attuazione dell'articolo 8 del decreto legislativo 29 dicembre 2011, n. 228.

Direttiva del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti recante disposizioni in ordine alle attività da realizzare per l'attuazione dell'articolo 1, comma 640, della legge n. 208 del 2015. Ciclovie turistiche.

Disciplina di attuazione della direttiva 2014/94/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di una infrastruttura per i combustibili alternativi.

Con il decreto ministeriale n. 434 del 07.12.16 è stato prorogato al 1° gennaio 2018 il termine di cui all'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 15 marzo 2011, n. 35, di estensione dell'applicazione della disciplina del decreto legislativo alle strade appartenenti alla rete stradale di interesse nazionale.

Iscrizione della Società Telepass S.p.A. nel registro dei fornitori del Servizio Europeo di Telepedaggio (S.E.T.)

Approvazione del Contratto di Programma per l’anno 2015, sottoscritto in data 14 gennaio 2016 tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’ANAS S.p.A. comprensivo degli allegati relativi al quinquennio 2015/2019.

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali.

Con il decreto ministeriale n. 426 del 30.12.15 è stato prorogato al 1° gennaio 2017 il termine di cui all'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 15 marzo 2011, n. 35, di estensione dell'applicazione della disciplina del decreto legislativo alle strade appartenenti alla rete stradale di interesse nazionale.

Esenzione del pagamento del pedaggio autostradale per i veicoli delle associazioni di volontariato e degli organismi similari.

Specifiche tecniche delle operazioni di scavo e ripristino per la posa di infrastrutture digitali nelle infrastrutture stradali

Il decreto riguarda la rete stradale di interesse nazionale, gestita dall'ANAS S.p.A. e da diversi concessionari autostradali, e la rete stradale gestita dalle Regioni, dalle Province e dai Comuni.
Il decreto prevede che la posa delle infrastrutture digitali possa avvenire attraverso differenti metodologie di scavo, introducendo accanto allo scavo tradizionale metodologie di scavo a limitato impatto ambientale (perforazione orizzontale e minitrincea) che favoriscono lo sviluppo digitale sull'intero territorio.