Appalti pubblici

Nell’ambito degli appalti pubblici il Ministero svolge un ruolo fondamentale dal punto di vista politico-sociale a causa della forte domanda interna di opere pubbliche o di interesse pubblico e, quindi, della necessità di trovare i fondi necessari alla loro realizzazione.

Il Ministero è impegnato in un’analisi critica dell’attuale sistema degli appalti pubblici con l’obiettivo di riordinare l’insieme di norme che lo regolano, anche in seguito all’emanazione a livello europeo di tre importanti direttive che riguardano le concessioni di lavori e servizi, gli appalti nei settori ordinari e gli appalti nei settori speciali.
All’interno del Ministero è presente il Servizio contratti pubblici che gestisce il portale informatico www.serviziocontrattipubblici.it sul quale le stazioni appaltanti pubblicano i bandi, gli avvisi e gli esiti delle gare per:

    affidamento di lavori, servizi e forniture
    interventi relativi alle infrastrutture strategiche
    interventi da realizzare con la “finanza di progetto”. Si tratta di opere pubbliche o di pubblica utilità che sono finanziate, totalmente o in parte, da soggetti privati che rientrano delle spese sostenute al termine del progetto, grazie alle entrate economiche prodotte dall’opera stessa.

Il Servizio contratti pubblici carica sul portale anche la programmazione triennale e l’elenco annuale dei lavori pubblici. Un’apposita sezione, inoltre, è dedicata al supporto tecnico-giuridico di cui le stazioni appaltanti possono usufruire per ricevere chiarimenti operativi.

Il Ministero ha attivato inoltre, dal 2013, il Sistema Informatico di Monitoraggio delle Opere Incompiute (SIMOI) grazie al quale svolge una capillare ricognizione su tutto il territorio nazionale sulle opere pubbliche non completate. L’obiettivo, una volta individuate le opere incompiute è trovare le cause che ne impediscono il completamento e capire quali strumenti possono essere utilizzati per portarle a termine e renderle utilizzabili da parte dei cittadini. Tra questi strumenti c’è, per esempio, il coinvolgimento di soggetti e finanziatori privati o pubblici, interessati a gestire le opere al termine dei lavori.

Data di ultima modifica: 19/02/2018
Data di pubblicazione: 23/12/2015