Italia-Vietnam partner su trasporti e opere pubbliche

Il Ministro Delrio incontra il premier Phuc
Delrio e Phuc

28 settembre 2016 - Visita istituzionale del  Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, il  26 e 27 settembre in Vietnam, dove ha incontrato anche il Primo Ministro Nguyen Xuan Phuc e le principali istituzioni.

Il Ministro ha dato così seguito alle  visite del Premier Renzi nel 2014 e nel 2015 del Presidente della Repubblica Mattarella nel Paese, mettendo al centro le relazioni tra i due Paesi nel campo delle infrastrutture e dei trasporti.

Hanoi, incontro con il premier Phuc

Nella mattina del 26 settembre 2016, il Ministro Delrio, accompagnato dall’Ambasciatrice d’Italia in Vietnam, Cecilia Piccioni, è stato ricevuto dal Primo Ministro vietnamita Nguyen Xan Phuc. Il Premier asiatico ha accolto il Ministro Delrio sottolineando l’importanza della vista come occasione  per accelerare la cooperazione nei settori delle infrastrutture e il trasporto tra i due Paesi. Il Primo Ministro ha espresso la sua soddisfazione per lo sviluppo dei rapporti Vietnam-Italia sin da quando nel gennaio 2013 è stato istituito un partenariato strategico bilaterale.

“In Europa, l'Italia è un grande partner commerciale del Vietnam, con un fatturato commerciale che ha raggiunto i 4,3 miliardi di dollari nel 2015 e che prevede di raggiungere nel prossimo futuro la di 5 miliardi di dollari” ha detto il capo del governo.

Il Ministro Delrio ha affermato  che il governo italiano “è orgoglioso di essere un grande partner del Vietnam e considera importante aumentare i rapporti di collaborazione”. “L’Italia – ha continuato Delrio - presta attenzione anche a mantenere il meccanismo della libertà di navigazione e di trasporto aereo in tutto il mondo e vuole accelerare i progetti e programmi di cooperazione con il Vietnam, in particolare nei settori del trasporto aereo e ferroviario”, ha detto il Ministro, che ha anche evidenziato come l’Italia come molo d’Europa e il Vietnam come porta d’accesso per l’Asia possono avere proficui scambi  nel settore marittimo e portuale.

Nello stesso giorno il Ministro Delrio ha incontrato il suo omologo vietnamita Truong Quang Nghia. Il Ministro vietnamita ha definito la visita un “primo importantissimo passo per approfondire ulteriormente la cooperazione tra i due Paesi nel campo di trasporti. Gli esiti di quest’incontro getteranno una solida base per l’approfondimento delle relazioni bilaterali e per la preparazione della visita del Presidente Tran Dai Quang in Italia il prossimo novembre” .

 “Il ministero dei Trasporti del Vietnam e quello dell’Italia hanno tanti temi in agenda di cui discutere per realizzare le cooperazioni -  ha affermato Delrio - , e questa visita conferma la reciproca volontà di espandere le cooperazioni tra i due ministeri”.

Tra i dossier aperti, la ratifica da parte del Parlamento italiano dell'accordo aereo per consentire l'avvio di collegamenti aerei diretti, che il Ministro Delrio si è impegnato a sollecitare.

Alla conclusione dell’incontro, i due ministri si sono detti fiduciosi che la visita in Italia del Presidente Tran Dai Quang possa consentire un’efficace confronto sulle potenzialità di cooperazione tra i due Paesi, complessivamente e specificamente nel campo dei trasporti. I due Ministri confidano che nella predetta visita si possa firmare un MoU di cooperazione del campo dei trasporti che delinei le indicazioni programmatiche per i progetti da realizzare in futuro.

Nel pomeriggio del 26 settembre Delrio è stato ricevuto dal Presidente del Comitato Popolare della Città di Hanoi, Nguyen Duc Chung. I temi dell’incontro di cortesia hanno incluso le opportunità di collaborazione tra il Comitato Popolare di Hanoi e il MIT.

Il Presidente Nguyen Duc Chung ha presentato brevemente la situazione dello sviluppo socio – economico della città così come alcuni altri progetti cruciali della Capitale programmati nel settore dei trasporti fino al 2020. Grazie all’impegno delle autorità locali, Hanoi ha mobilitato investimenti diretti stranieri del valore di 2,3 miliardi di dollari, 2,2 volte più alto rispetto allo stesso periodo del 2015.  La Città di Hanoi ha tenuto a segnalare che Hanoi sta concentrando le proprie risorse sulla mobilità urbana, su strada e metropolitana, e sulla realizzazione di sei ponti sul fiume Rosso. A tal fine, le autorità vogliono collaborare con il MIT, cosi come con le aziende italiane, per la condivisione di tecnologie e esperienze nelle realizzazione delle linee in superficie e sotterranee.

Il Ministro Graziano Delrio ha segnalato il significativo interesse della parte italiana per i progetti di riqualificazione e potenziamento delle infrastrutture e per i progetti di collegamento dei trasporti della città, evidenziando le numerose e qualificate esperienze italiane nella gestione delle metropolitana e la volontà di condividerle e a collaborare con Hanoi sui progetti di diretto beneficio per i cittadini. Delrio ha assicurato il proprio impegno non solo per sensibilizzare le aziende italiane ed individuare quelle più interessate ad investire, ma anche nel sostenere Hanoi nella realizzazione dei progetti infrastrutturali principali.

Ho-Chi-Minh City,  incontri nel centro economico vietnamita

Nel secondo giorno della sua visita in Vietnam, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Delrio, accompagnato dall’Ambasciatrice Piccioni e dal Console Generale italiano Carlotta Colli,  ha incontrato il segretario della Comitato del Partito di Ho Chi Minh City, Din La Thang. "L'Italia desidera condividere con il Vietnam le tecnologie in campo di infrastrutture e trasporti, soprattutto nella costruzione di autostrade e metropolitane. E le imprese italiane sono molto interessate ai progetti della metropolitana e della ferrovia a Ho Chi Min City", ha affermato Delrio. "Uno dei miei doveri è rendere le nostre aziende più interessate al Vietnam e consce del loro ruolo nello sviluppo dell'Asia, nonché di quanto il Vietnam sia un paese sicurissimo e il più stabile della regione, con opportunità per il libero commercio garantite", ha sottolineato Delrio parlando di un potenziale "business to business" ancora da sviluppare.

“Ho Chi Minh City tiene in gran conto le competenze dell'Italia nel settore dei trasporti e delle infrastrutture e desidera cooperare con le imprese italiane in questo settore”, ha dichiarato Din La Thang, nell’accogliere il Ministro.

Nella stessa giornata Delrio, ha visto anche il presidente del Comitato del Popolo di Ho Chi Min City, Nguyen Thanh Phuong. In seguito, con il vicepresidente del Comitato del Popolo, Le Thanh Liem, ha presieduto ad un pranzo di lavoro, dedicato alla cooperazione bilaterale nei settori delle infrastrutture e dei trasporti, al quale hanno partecipato 60 ospiti, tra i quali i direttori dei dipartimenti cittadini dedicati alle ferrovie e all'edilizia civile, i rappresentanti delle province dell'area, e delegati di aziende del settore, sia italiane che vietnamite.

Il Ministro ha inoltre fatto visita a due luoghi simbolici della cultura vietnamita il Tempio della Letteratura ad Hanoi e il Palazzo della Riunificazione a Ho Chi Minh City.

Viet 1 Viet 4

Viet 3  Viet 5

Viet 6  Viet 7

Viet 8  Viet 2

Data di ultima modifica: 30/09/2016
Data di pubblicazione: 30/09/2016