Riciclaggio delle navi (Ship recycling)

Nel corso degli ultimi anni si è largamente affermata la pratica dello smantellamento e del riciclaggio dei materiali di costruzione  delle navi a fine vita. Tale attività si svolge essenzialmente presso alcune nazioni del sud-est asiatico, in siti carenti delle norme di sicurezza e di salvaguardia della salute umana ed ambientale. Tra le principali cause di tale pratica vi sono: 

-           l’aumento del prezzo dell’acciaio, del rame e dei metalli provenienti da rottamazione;

-           il bassissimo costo e la vasta disponibilità della manodopera ivi reclutata;

-           la carenza di norme a tutela  dell’ambiente e della salute umana.

Tale situazione limita lo sviluppo in quelle aree geografiche di strutture industriali cantieristiche idonee alla corretta demolizione e riciclaggio ecocompatibile delle navi.

Per arginare queste cattive pratiche di riciclaggio, lo “International Maritime Organization” (IMO), in accordo con l’ “International Labour Organization” (I.L.O.), ha stabilito tramite la Convenzione di Hong Kong  (HKC) una serie di protocolli, di criteri e di procedure da adottare per la costruzione, la demolizione ed il riciclaggio ecocompatibile in sicurezza delle navi.

Tale Convenzione, pur sottoscritta nel 2009, entrerà in vigore solamente dopo la ratifica di almeno 15 Stati Membri con tonnellaggio commerciale complessivo di almeno il 40% del totale mondiale, in aggiunta a precise percentuali, in TSL, di naviglio demolito.

Al fine di dare nuova spinta alla Convenzione, nel marzo del 2012, la Commissione Europea ha proposto la redazione e l’approvazione di un Regolamento Europeo sul Riciclaggio Ecocompatibile delle Navi Europee per conseguire i seguenti principali obiettivi:

-           evitare il posticipo “sine die”, a livello europeo, per l’applicazione dei requisiti della Convenzione IMO di Hong Kong,  accelerandone di fatto l’entrata in vigore a livello mondiale. 

-           superare, relativamente alle navi in dismissione, il regolamento CE n.1013/2006, che recepisce la convenzione di Basilea, la quale vieta la spedizione/esportazione di rifiuti pericolosi o tossico-nocivi verso paesi al di fuori dell’OCSE/OECD.

Il Regolamento è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale europea del 10 dicembre 2013.

 

Documentazione:

DECRETO 12 ottobre 2017 - Disciplina delle procedure autorizzative per il riciclaggio delle navi

DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2018/684 DELLA COMMISSIONE del 4 maggio 2018 che modifica la decisione di esecuzione (UE) 2016/2323 al fine di aggiornare l'elenco europeo degli impianti di riciclaggio delle navi a norma del regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio

DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2016/2323 DELLA COMMISSIONE del 19 dicembre 2016 che istituisce l'elenco europeo degli impianti di riciclaggio delle navi a norma del regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi (IT - EN)

Decreto Ministeriale numero 25 del 21 febbraio 2018 - Istituzione dell’elenco nazionale degli impianti di riciclaggio delle navi

DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2016/2325 DELLA COMMISSIONE del 19 dicembre 2016 concernente il formato del certificato relativo all'inventario dei materiali pericolosi rilasciato a norma del regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi (IT - EN)

DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2016/2321 DELLA COMMISSIONE del 19 dicembre 2016 concernente il formato del certificato di idoneità al riciclaggio rilasciato a norma del regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi (IT - EN)

DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2016/2324 DELLA COMMISSIONE del 19 dicembre 2016 concernente il formato della notifica del previsto inizio del riciclaggio della nave di cui al regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi (IT - EN)

DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2016/2322 DELLA COMMISSIONE del 19 dicembre 2016 concernente il formato della dichiarazione di completamento del riciclaggio della nave di cui al regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi (IT - EN)

 

Data di ultima modifica: 23/05/2018
Data di pubblicazione: 13/04/2018