Vertice Italo-Francese: Delrio e Vidalies firmano un protocollo d’intesa sulla linea ferroviaria Torino-Lione

Hanno ricordato che la Torino-Lione è una priorità per entrambi i Governi
Delrio Vidalies

(comunicato congiunto dei due Ministri)

Venezia, 8 marzo 2016 - Graziano Delrio, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti d’Italia e Alain Vidalies, Segretario di Stato per i Trasporti, il Mare e la Pesca, hanno  ricordato oggi a Venezia al Vertice Italo-Francese in modo chiaro che la realizzazione della linea ferroviaria Torino-Lione è una priorità per entrambi i Governi, come testimoniato dalla conclusione del Protocollo aggiuntivo sulla ripartizione e l’indicizzazione dei costi del progetto e la lotta contro le infiltrazioni mafiose nei contratti siglato nel pomeriggio alla presenza dei Presidenti Matteo Renzi e François Hollande.

In materia di lotta contro le infiltrazioni mafiose, i Ministri hanno colto questa occasione per riaffermare la loro determinazione a lottare con la massima fermezza contro la criminalità organizzata ed a prevenire i rischi d’infiltrazioni mafiose nel quadro degli appalti e dell’esecuzione dei contratti relativi alla realizzazione di quell’importante cantiere che rappresenta la sezione transfrontaliera. A tal fine hanno dato mandato alla Commissione intergovernativa di preparare, entro il limite massimo di tre mesi,  un regolamento sui contratti che s’ispirerà alle più rilevanti disposizioni nazionali in materia ed in particolare di quelle previste dal diritto italiano, vista la loro compatibilità con il diritto comunitario, per l’esclusione di tutte le imprese suscettibili di essere influenzate da pratiche mafiose.

Il processo di ratifica parlamentare nei due Stati è previsto che sia condotto  in maniera decisa, in vista di una entrata in vigore entro il 2016, per rispettare il Calendario concordato con la Commissione Europea.  

Per quanto concerne il tunnel del Fréjus, i due Ministri hanno preso nota  dell’ evoluzione dei lavori di messa a norma per la sicurezza dell’opera, sottolineando l’importanza di completarla di qui al 2019.

I Ministri hanno anche  salutato la cooperazione bilaterale volta ad  incoraggiare il trasferimento modale del traffico merci da gomma a rotaia.

Per ciò che riguarda l’Autostrada Ferroviaria Alpina, i Ministri si sono rallegrati per l’inserimento nei bilanci dei due Stati dei fondi  necessari al proseguimento del servizio esistente.

Essi hanno riaffermato da una parte l’importanza di finalizzare  rapidamente gli atti necessari alla ratifica dell’Accordo del 2009 e, dall’altra, di lavorare congiuntamente per l’elaborazione di un quadro che consenta di passare dal regime transitorio attuale ad un regime definitivo. Infine, i Ministri si sono impegnati, con le risorse finanziarie attuali, affinché  i lavori necessari all’adattamento dei terminali esistenti siano realizzati per accompagnare lo sviluppo dei nuovi servizi mediante operatori ferroviari.

Per la linea ferroviaria Cuneo-Breil-Ventimiglia, i Ministri si sono impegnati a proseguire i negoziati con lo scopo di  aggiornare la Convenzione italo-francese del 1970, nel  rispetto del diritto comunitario, al fine di rendere permanenti  le condizioni di manutenzione e di messa in sicurezza della linea.

I Ministri Delrio e Vidalies hanno avuto anche uno scambio di opinioni  sui dossier d’attualità a livello comunitario, in particolare la strategia europea sull’aviazione, il pacchetto ferroviario, ed il regolamento sui servizi portuali e le iniziative future in materia stradale, con l’ ambizione di sviluppare una visione comune per l’Europa nei settori di loro competenza.

Venezia, 8 marzo 2016

Firma accordo Venezia

Delrio Vidalies

Data di ultima modifica: 08/03/2016
Data di pubblicazione: 08/03/2016