"Potenziare il treno come strumento di mobilità e di lotta alle differenze"

De Micheli alle celebrazioni per i 180 anni della prima ferrovia italiana Napoli-Portici
De Micheli - Mattarella

7 ottobre 2019 - "La nostra sfida è potenziare il treno come strumento della mobilità e come volano per la lotta alle differenze".

Lo ha affermato la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli sabato 5 ottobre alla stazione di Portici, in occasione delle celebrazioni per i 180 anni della prima ferrovia italiana, alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella.

"L'Alta Velocità ha avvicinato le persone tra loro, contribuendo all'annullamento di tante differenze sociali e territoriali. Le persone sono la misura del nostro agire e costruire infrastrutture con le persone - e per le persone - è la nostra missione".

"Le infrastrutture non rappresentano solo lo scheletro - ha sottolineato - sul quale poggia la competizione economica, ma soprattutto il pilastro che sostiene la qualità della vita delle donne e degli uomini, delle famiglie e delle comunità".

"Le Ferrovie sono patrimonio dello Stato - ha aggiunto - e oltre a doversi misurare col mercato, sono chiamate a svolgere il ruolo sociale di trasformare la complessità dell’innovazione in normale e quotidiano benessere.

Nel celebrare il 180° compleanno della Napoli-Portici, il grazie più autentico va alle lavoratrici e ai lavoratori che con la fatica quotidiana hanno reso e continuano a rendere possibile il nostro viaggiare".

Data di ultima modifica: 07/10/2019
Data di pubblicazione: 07/10/2019