Il Mit avvia un percorso di lavoro su problematiche del porto di Gioia Tauro

OO.SS. sospendono sciopero
porto gioia tauro

19 aprile 2017 - Si è concluso l’incontro convocato dal Mit e presieduto dal Capo di Gabinetto, con i rappresentanti delle Organizzazioni sindacali e con la partecipazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, della Regione Calabria, della Prefettura di Reggio Calabria, della Autorità portuale e della Società M.C.T. - Medcenter Container Terminal, per  affrontare le criticità e le problematiche relative ai livelli di produttività e sviluppo del porto di Gioia Tauro, oltre alle criticità occupazionali.

Nell’incontro sono stati evidenziati i seguenti punti di intesa:

  • conferma Accordi di Programma Quadro (APQ);
  • conferma delle azioni e tempi dei tavoli tecnici;
  • chiarimenti sulle regole dell’Agenzia a cominciare dalla conferma, prevista nella norma istituita, che dopo i 36 mesi essa potrà trasformarsi in Agenzia per il lavoro temporaneo secondo l’art. 17 della L.84/94.

Il Ministero assume il ruolo di facilitatore nel dialogo tra le parti e l’impegno a continuare a lavorare nell’ambito del Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica, e dell’ APQ e ad attivare le misure necessarie a rilanciare la competitività del porto di Gioia Tauro, individuando le seguenti linee di azione:

riattivazione del tavolo di coordinamento dell’ APQ, con la presenza delle parti sociali;

attivazione tavolo bilaterale con un calendario stringente di incontri tra Governo-organizzazioni sindacali, Governo-azienda sulle questioni riguardanti i seguenti punti:

- numero dei lavoratori da collocare in Agenzia - le parti presenti convengono sull’opportunità che sia attentamente valutata la riduzione del numero degli esuberi alla luce dei contenuti sopra evidenziati;

- metodo trasparente di valutazione dei criteri;

- chiarimenti sulla rendicontazione dell’azienda che ha determinato il numero di lavoratori in esubero.

Infine le parti concordano sulla necessità che la procedura prevista abbia termine preferibilmente entro il 15 maggio  p.v., e per quanto concerne la (ZES) sarà oggetto di approfondimento presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Per quanto suddetto, le organizzazioni sindacali accolgono l’invito del Ministero a sospendere immediatamente le azioni di sciopero e a riprendere la regolare effettuazione del servizio.

Tags
Data di ultima modifica: 19/04/2017
Data di pubblicazione: 19/04/2017