Porti, strade e tpl: il Ministro Delrio in Sicilia

Delrio ha partecipato ad iniziative a Messina, Agrigento e Catania
delrio agrigento

30 marzo 2017 - Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio si è recato in Sicilia dove, tra il 27 e il 30 marzo, ha preso parte ad una serie di iniziative in diverse località dell’isola relative alle tematiche del dicastero.

27 marzo
Messina incontro con il cluster marittimo

Il 27 marzo il Ministro Delrio ha fatto tappa nella città dello Stretto partecipando alla mattina a un incontro in prefettura con il sindaco Renato Accorinti e il cluster marittimo.

Il Ministro ha confermato gli impegni del Governo per la città.

"Abbiamo ragionato con il sindaco e con la Regione – ha dichiarato - per risolvere finalmente la questione del porto di Tremestieri. Mi auguro che i cantieri partiranno entro agosto".

Ha continuato: "Al porto di Milazzo le opere stanno andando avanti e abbiamo fatto buoni progressi in prospettiva. Chiaro che dobbiamo potenziare attraverso Tremestieri la qualità della vita di questo territorio cioè fare in modo di separare il traffico pesante, ma dobbiamo anche togliere camion dalle strade con i traghetti che caricano i mezzi pesanti e li portano anche a centinaia di chilometri di distanza. Credo che quest'area sarà sempre cruciale per lo sviluppo del Mezzogiorno.
 

“La Sicilia ponte verso l’area Euro Mediterranea”

Nel pomeriggio il Ministro Delrio ha partecipato al convegno “La Sicilia ponte verso l’area Euro Mediterranea”, che rappresentava una delle tappe di "Cambiamenti", pensatoio itinerante promosso dal sottosegretario alla Salute della Regione Siciliana Davide Faraone e che ha visto anche la partecipazione del Sottosegretario Simona Vicari.

Il Ministro ha toccato vari temi, come la gestione autostradale e l’avvio dei lavori per l’alta velocità entro la fine dell’anno. Ha parlato dell'aeroporto dello Stretto: "Abbiamo salvato i voli: ormai è da un anno che lavoriamo per continuare a mantenere Alitalia nell'aeroporto dello Stretto; dobbiamo avere l'ambizione alla svelta di terminare le procedure amministrative con la regione Calabria. Insieme dobbiamo trovare una prospettiva di sviluppo ulteriore. Sono molto fiducioso che entro la fine dell'anno avremo diverse compagnie che voleranno sul Tito Minniti".

 

28 marzo

Agrigento

Apertura primo lotto SS 640 “Statale degli Scrittori”

Il ministro Delrio ha partecipato con il Ministro degli Esteri, Angelino Alfano, all’inaugurazione del primo lotto della strada statale 640 tra Agrigento e Caltanissetta ribattezzata “Statale degli Scrittori” .

"Quando c'è un successo, è un successo di tutti. In questo caso il successo è dell'Anas, degli operai, degli ingegneri e della politica buona -  ha detto il Ministro -  Esiste una politica buona e anche questo può dare fiducia".

Il secondo pezzo della statale, che collega Canicattì a Caltanissetta, aprirà entro il marzo del 2019. Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, il Presidente dell'Anas, Gianni Vittorio Armani, l'Assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Pistorio, il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, il sottosegretario Vicari.

 

30 marzo

Catania

Inaugurazione metropolitana

Nella mattina del 30 marzo il Ministro Delrio, con il sindaco Enzo Bianco, ha inaugurato la tratta Nesima - Giovanni XXIII della Metropolitana di Catania. "E’ una giornata davvero storica. Puntiamo moltissimo sullo sviluppo del trasporto metropolitano nelle città italiane perché nei trasporti, nelle connessioni, nella facilità del movimento sta un po’ anche il segreto della ricostruzione della fiducia, c'è una chiave per la democrazia".

"Non stiamo celebrando solamente gli ingegneri, gli operai ed una struttura ferrata - ha proseguito Delrio - Stiamo celebrando oggi un aiuto concreto alla quotidianità dei cittadini catanesi, che invece di passare ore in macchina nel traffico potranno raggiungere il loro centro storico, uscire, camminare. I trasporti, le connessioni sono collegate alla qualità della vita delle persone. Questo pezzo di metropolitana e l'ambizione che abbiamo di fare nei prossimi cinque anni il raddoppio di questa rete con i finanziamenti, con un programma già stabilito, con i cantieri aperti cambierà profondamente la vita della città. La cambierà perché permetterà a tanti di rinunciare all'auto, di godersi di più la città. Permetterà al Comune di fare politiche di parcheggi scambiatori, di incentivazione alla mobilità sostenibile perché è chiaro che una grande città storica, bellissima, attraente, turistica come Catania non può rinunciare ad avere una mobilità di tipo sostenibile".

Data di ultima modifica: 30/03/2017
Data di pubblicazione: 30/03/2017