Il nuovo portale web del MIT

Le novità del nuovo sito e i contenuti del precedente
stabilità

Il Portale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si presenta all’utente in una veste completamente rinnovata. Il restyling, tuttavia, non riguarda solo la nuova interfaccia grafica che favorisce un’esperienza di navigazione più fluida e intuitiva, ma è il frutto di un radicale mutamento nella filosofia di comunicazione del Ministero.

Alla base di questo cambiamento ci sono:

  • una nuova organizzazione dei contenuti che offre agli utenti percorsi ragionati e semplici per orientarsi nel sito, ottenere le informazioni richieste e accedere in modo facile e veloce ai servizi;
  • la volontà di comunicare con gli utenti attraverso un linguaggio che resti istituzionale ma sia sempre più chiaro e comprensibile, in modo da non escludere i cittadini che per età, cultura o capacità non hanno dimestichezza con le espressioni tecniche tipiche della pubblica amministrazione;
  • l’adeguamento dell’interfaccia grafica del portale del Ministero alle recentissime “Linee Guida di design per i siti web della pubblica amministrazione”, pubblicate dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) il 21 novembre 2015.

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, in particolare, il nuovo portale ha permesso al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di entrare a pieno titolo tra i pionieri di un processo che porterà tutta la pubblica amministrazione ad adottare un’identità visiva web condivisa, coerente e ben identificabile.

La migrazione dei contenuti dal precedente sito al nuovo portale è un processo che richiede tempo e attenzione affinché ogni singolo contenuto sia rielaborato in modo chiaro e ricollocato correttamente secondo la nuova logica di navigazione. In questa fase di transizione, quindi, il nuovo portale è in continuo aggiornamento e alcuni dei contenuti sono ancora sul vecchio sito. Per quelli più importanti sono stati creati dei collegamenti diretti, mentre è ancora possibile reperire tutto il resto cliccando sul link di seguito, che riporta alla precedente versione del portale.

Accedi alla versione precedente del portale

15 febbraio 2016

Data di ultima modifica: 03/05/2016
Data di pubblicazione: 12/01/2016