Delrio firma l’accordo per il Polo di Giustizia di Catanzaro

Delrio: "Lo Stato in Calabria c'è e con questa iniziativa lo dimostra ulteriormente"
orlando e delrio

30 novembre 2016 - Oggi al Ministero della Giustizia è stato siglato l’accordo per  realizzare a Catanzaro il Polo della giustizia mettendo a disposizione i locali dell’ex Ospedale Militare adeguatamente ristrutturati.

Alla firma erano presenti il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, il direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi, il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri e i vertici degli enti locali coinvolti, tra cui il Comune di Catanzaro.

"Il polo della giustizia di Catanzaro – ha spiegato il ministro Delrio - è il secondo dopo quello di Reggio Calabria. Il procuratore Gratteri ci ha dato consigli ottimi su come far risparmiare lo Stato, rendendo più efficiente anche la logistica.  Dimostriamo la volontà dello Stato di essere presente in Calabria. La 'ndrangheta vuole che lo Stato non ci sia, invece la Salerno-Reggio sarà completata entro il 22 dicembre per dimostrare che lo Stato c'è, e con questa iniziativa lo dimostriamo ulteriormente”.

L’accordo, frutto di una collaborazione istituzionale, permetterà la realizzazione di un polo di giustizia unico ed integrato, accentrando nello stesso ambito territoriale tutti gli uffici giudiziari di Catanzaro con la rivitalizzazione di un fabbricato storico e di tutta l’area circostante, nel centro della città. Ciò comporterà, con l’abbattimento delle locazioni passive, attualmente in corso, un risparmio di 500 mila euro all’annuo.

Nel suo intervento il Ministro Orlando ha sottolineato la tempistica dell’opera: "Il lavoro fatto è stato molto rapido - ha detto - e siamo in grado di dare un assetto più avanzato e moderno alla struttura, realizzando un forte risparmio sull'insieme degli oneri che gravavano sul ministero".

A seguire il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri ha ricordato che "Da 20 anni l'ospedale militare era chiuso, mentre lo Stato paga 1,7 milioni di affitto. Quando c'è gente di buona volontà, i progetti si possono realizzare".

In conclusione, il direttore dell'Agenzia del Demanio, Roberto Reggi, ha spiegato che "partiremo entro l'anno con l'appalto per la progettazione e subito dopo potremmo dare avvio ai lavori con un bando di 10 milioni di euro, a beneficio anche dell'economia locale. Credo che entro il 2019 potremmo riconsegnare il bene rifunzionalizzato".

Il Comune di Catanzaro renderà disponibile il bene, a titolo gratuito, per 99 anni, l’Agenzia del Demanio finanzierà ed eseguirà la progettazione che verrà compiuta e appaltata entro la fine del 2017, finanzierà i lavori di riqualificazione e rifunzionalizzazione del bene, entro il 2019,  con una spesa di 10 milioni di  euro. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con il Provveditorato alle Opere pubbliche, appalterà i lavori ed infine il Ministero della Giustizia prenderà, in comodato d’uso gratuito, l’edificio per i suoi usi istituzionali cessando tutte le locazioni passive.

 

Per ulteriori informazioni: https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_6_9.page?contentId=NOL1293026

 

tavolo orlando e delrio per il polo di giustizia di catanzaro

Data di ultima modifica: 02/12/2016
Data di pubblicazione: 30/11/2016