Licenza comunitaria trasporto passeggeri - primo rilascio e rinnovo

La licenza comunitaria viaggiatori consente il trasporto internazionale di passeggeri effettuato con autobus.


Requisiti

Per ottenere il rilascio della licenza comunitaria l’impresa di autotrasporto di passeggeri su strada deve:

  • essere autorizzata ad esercitare la professione di trasportatore su strada di persone  (cfr. regolamento comunitario n. 1071/2009), e cioè essere iscritta al Registro Elettronico Nazionale (REN) in posizione “attiva” (art. 3 Reg. 1073/2009). Competente all’iscrizione al REN è l’Ufficio di motorizzazione civile nel cui territorio ha sede l’impresa;
  • essere in possesso di un titolo legale valido per esercitare servizi di trasporto di viaggiatori a mezzo autobus in ambito nazionale (autorizzazione per servizi di linea o autorizzazione per servizi di noleggio con conducente), rilasciato dalle competenti autorità (Stato, Regione, Provincia o Comune);
  • non essere oggetto di interdittive secondo la legislazione antimafia in vigore (cfr. d. lgs. 159/2011).

Richiesta rilascio o rinnovo licenza comunitaria

Dove

La richiesta deve essere presentata alla Direzione Generale per il trasporto stradale e per l’intermodalità - Divisione 2.
Contatti, orari e modalità per presentazione domande

Documentazione

  • domanda compilata secondo il modello 1 e firmata dal titolare o dal legale rappresentante;
  • marca da bollo da € 16,00 da applicare sulla domanda;
  • dichiarazione su modello 2 firmata dal titolare o dal rappresentante legale dell'impresa, ai sensi del DPR n. 445/2000, per dimostrare il possesso dei previsti requisiti;
  • dichiarazione su modello 3 firmata dal titolare o dal rappresentante legale dell'impresa, per attestare l’elenco dei soggetti da sottoporre a verifica antimafia in base all’art. 85 del d. lgs. 159/2011;
  • dichiarazione su modello 4 per ciascuno dei soggetti da sottoporre a verifica antimafia, firmata dal soggetto interessato e accompagnata da copia di un suo documento di riconoscimento, per attestare l’assenza di misure di decadenza o sospensione di cui all’articolo 67 del d. lgs. 159/2011;
  • marca da bollo da € 16.00 che l'ufficio applicherà sulla licenza;
  • copia del documento di riconoscimento del titolare o rappresentate legale.

In caso di rinnovo non è necessario allegare alla domanda la licenza comunitaria in scadenza.


Tempi per il rilascio della licenza comunitaria

La licenza è rilasciata entro 30 giorni dalla data di ricezione della domanda.
Tuttavia con l’entrata in vigore del Codice delle leggi antimafia (decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159) e l’obbligatorietà delle verifiche previste dalla norma, il termine di rilascio è sospeso dalla richiesta di comunicazione antimafia alla Prefettura del capoluogo di provincia in cui ha sede l’impresa.
La Prefettura rilascia la comunicazione entro 30 giorni dalla richiesta.
Perciò i tempi massimi di attesa per il rilascio della licenza sono di 60 giorni.

Inoltre il termine è sospeso:

  • in caso di assenza o incompletezza delle tre dichiarazioni indicate nella procedura;
  • se sono riscontrati ostativi che ne impediscono il rilascio;

In tali casi la licenza non può essere rilasciata fino alla corretta e completa integrazione delle dichiarazioni.

Poiché è necessario che l'ufficio verifichi l’originalità della marca da bollo, è indispensabile la presentazione della domanda in originale. L’eventuale invio tramite posta elettronica certificata (pec) non sostituisce la presentazione dell’originale della domanda e la licenza non sarà rilasciata prima della ricezione della domanda in originale.


Contatti, orari e modalità per ritiro licenze


Le informazioni riportate costituiscono un riepilogo in funzione delle richieste più frequenti provenienti dalle imprese.
Tuttavia non sono esaustive di tutte le prescrizioni vigenti, per le quali si rinvia alle circolari via via emanate ed alla normativa di riferimento.

Data di ultima modifica: 12/01/2018
Data di pubblicazione: 14/12/2017